Lavori in corso all’Irccs Crob per un nuovo edificio e la ristrutturazione dei reparti

Pubblicato il 28/06/2018

Entro la fine del 2020 sorgerà la sede ex novo del reparto di radiologia diagnostica ed interventistica. Un totale di 10.232.000,00 euro di investimenti regionali

prospetto nuovo edificio

Rionero in Vulture 28/06/2018 – Sono state gettate le fondamenta del nuovo edificio per le attività a ciclo diurno dell’Irccs Crob che sarà sede del reparto di radiologia diagnostica ed interventistica. Si tratta di una nuova palazzina che sorgerà nell’area compresa fra l’Istituto e il parcheggio a pannelli solari. I lavori sono finanziati con i fondi regionali stanziati dalla Dgr 488 del 6 maggio 2013 per una cifra complessiva, compresa di iva e di tutte le somme per le attività connesse alla realizzazione edile, pari a 4.532.000,00 euro. Nel dettaglio, al primo livello del nuovo edificio saranno realizzate: due sale Tac, due sale per radiografia convenzionale, due sale di ecografia, un sala per angiografia interventistica, locali accessori necessari per il personale sanitario come sale refertazione, sale tecnici, area accoglienza per i pazienti. Oltre alla costruzione ex novo della palazzina sarà ristrutturata anche una parte dell’area interna, quella adiacente la risonanza magnetica, in cui sarà realizzata l’area senologica comprensiva di: due stanze per la mammografia, una sala per l’ecografia interventistica Vaab (Vacuum Assisted Breast Biposy), una sala ecografia, oltre alle sale di accoglienza con tutti i servizi per i pazienti. Il nuovo edificio sarà collegato internamente con il corpo centrale dell’Irccs Crob in modo da consentire un accesso diretto ai pazienti dell’Istituto ed inoltre avrà anche un’accessibilità esterna con accettazione e pagamento ticket separati per i pazienti che necessitano delle prestazioni di radiologia diagnostica ed interventistica che saranno erogate. I lati nord ed est saranno circondati da aree verdi e in prossimità dell’ingresso sarà realizzata un’area di sosta con panchine. I lavori per la realizzazione del primo lotto comprendono, oltre alla ristrutturazione delle aree esistenti anche la realizzazione dell’intero edificio. I lavori preliminari sono partiti il 3 maggio scorso dove è stato necessario spostare le condotte presenti nell’aera di sedime del nuovo fabbricato realizzando nuovi pozzetti sia delle acque nere che chiare in posizione idonea alle nuove fondamenta, è stato inoltre necessario modificare l’anello idrico antincendio. Dopo questi primi interventi è stato allestito il cantiere e lo scorso 7 giugno sono partiti i lavori di realizzazione dei 62 pali di fondazione che sosterranno il nuovo edificio. La costituzione delle fondamenta si è conclusa la settimana scorsa e ora si procederà con la costruzione. Per la realizzazione di tutti i lavori messi a cantiere sono previsti 730 giorni. Oltre alla costruzione del nuovo edificio saranno effettuati lavori di ristrutturazione di quasi tutti i piani dell’Istituto. I fondi per i lavori di ristrutturazione provengono dall’ Accordo di programma integrativo per il settore degli investimenti sanitari della Regione Basilicata per un importo complessivo di 5.700.000,00 euro. Al momento sono in atto le procedure di pubblicazione delle gare per l’affidamento dei lavori che interesseranno, in particolare: i reparti al primo e al terzo piano, dell’area poliambulatoriale, delle aree da annettere alla radioterapia e medicina nucleare al piano seminterrato, dei locali farmacia al piano terra e dell’hospice al quinto piano. Saranno rifatti gli impianti idrici, termici ed elettrici. Sarà rifatta, infine, la rete idrica di adduzione acqua e la ristrutturazione del sistema di riserva idrica

Allegati