Linee di ricerca 1

Linea di ricerca n. 1 : Prospettive terapeutiche e caratterizzazione molecolare dei tumori solidi: nuovi target e biomarcatori per la personalizzazione dei trattamenti medici e chirurgici

Responsabili: Aieta Michele, De Negri Pasquale

Descrizione: Le nuove conoscenze sui meccanismi molecolari responsabili dei processi di trasformazione e progressione tumorale ed il riconoscimento dei geni coinvolti nella regolazione di questi eventi hanno aperto una nuova era nella ricerca traslazionale in oncologia con lo sviluppo clinico di nuovi farmaci a bersaglio molecolare e creando i presupposti per la personalizzazione dei trattamenti. Lo studio della biologia molecolare dei tumori ha, in particolare, permesso l'individuazione di una serie di geni che codificano per proteine con un ruolo fondamentale nella patogenesi e nella crescita tumorale e nel mantenimento del fenotipo neoplastico, tra cui fattori di crescita, molecole coinvolte nella trasduzione del segnale, oncogeni e geni onco-soppressori, fattori angiogenetici e inibitori dell'angiogenesi, proteine regolatorie dell'apoptosi, della migrazione, del ciclo cellulare, del differenziamento e della metastatizzazione, consentendo così di individuarli come nuovi possibili bersagli molecolari per lo sviluppo di agenti antitumorali. Questi farmaci sono caratterizzati da un meccanismo d'azione più selettivo rispetto agli agenti antiblastici tradizionali e da un profilo di tossicità più favorevole. I maggiori sforzi in questa direzione si sono concentrati nel trattamento delle neoplasie solide epidemiologicamente più frequenti, quali il tumore della
mammella, del colon-retto e del polmone, ma anche di forme meno frequenti, come il carcinoma del rene, l'epatocarcinoma, il melanoma, o di tumori rari, come i GIST. La terapia con farmaci a bersaglio molecolare e le strategie di combinazione tra questi nuovi agenti antitumorali ed i tradizionali antiblastici, eventualmente integrati da tecniche chirurgiche innovative, rappresentano, pertanto, la nuova frontiera nella terapia antitumorale.

Lo sviluppo di nuovi agenti antitumorali si basa su una serie di prerequisiti:

  • La conoscenza approfondita delle vie di segnalazione e/o dei geni che sono critici nel mantenimento del fenotipo neoplastico e che quindi possono essere utilizzati come target terapeutici;
  • L'individuazione e la caratterizzazione di biomarcatori predittivi della sensibilità e/o della resistenza intrinseca o acquisita ai singoli agenti antitumorali, così da poter individuare le neoplasie suscettibili di beneficio clinico se sottoposte ad una specifica terapia, con conseguente impatto anche economico per il servizio sanitario nazionale, nell'ottica di una ottimizzazione delle risorse;
  • L'individuazione e la caratterizzazione di biomarcatori di prognosi, che siano cioè indicatori biologici dell'aggressività della neoplasia e quindi permettano di predirne l'evoluzione e di fare scelte terapeutiche appropriate.

Sulla base di questi presupposti, la presente linea di ricerca ha come principale scopo la caratterizzazione molecolare delle neoplasie solide umane e la individuazione di nuovi meccanismi responsabili della progressione tumorale e del fenotipo neoplastico, per utilizzare queste conoscenze a scopi diagnostici e terapeutici. Fini ultimi sono la validazione di nuovi biomarcatori prognostici e predittivi, la caratterizzazione di possibili bersagli terapeutici alternativi su cui disegnare farmaci antitumorali innovativi e la sperimentazione clinica di nuovi approcci terapeutici.

Obiettivi:

  • Studio del metabolismo della cellula neoplastica ed individuazione di strategie antitumorali che inibiscano le principali vie metaboliche che garantiscono alla cellule tumorale un vantaggio proliferativo e di sopravvivenza rispetto alla controparte normale.
  • Studio dei meccanismi responsabili della resistenza primaria ed acquisita ai farmaci antiblastici tradizionali e ai farmaci a bersaglio molecolare.
  • Studio dei meccanismi della staminalità e del differenziamento cellulare come strategie per l'implementazione delle terapie antitumorali.
  • Gene expression profiling ed analisi mutazionali delle neoplasie umane per l'individuazione di nuovi bersagli molecolari al fine di una migliore personalizzazione della terapia.
  • Identificazione di fattori prognostici e predittivi di risposta alle terapie convenzionali e biologiche.
  • Implementazione delle strategie di biobanking dei tumori solidi e dei controlli di qualità sui campioni biologici per fini diagnostici e di ricerca.
  • Partecipazione a trial clinici nazionali ed internazionali con l'obiettivo di valutare schedule terapeutiche innovative e l'efficacia di nuovi farmaci biologici sia in monoterapia che in combinazione tra loro e/o con chemioterapici e/o trattamenti chirurgici innovativi.

Indicatore:

  • Implementazione e sviluppo di tecnologie molecolari e dei processi di biobanking centralizzati presso i Laboratori dell'Istituto (n. di campioni biologici).
  • Numero di articoli pubblicati su riviste nazionali ed internazionali con impact factor, in particolare con autori dell'Istituto in posizione di rilievo.
  • Impact factor totale delle pubblicazioni.
  • Numero di pazienti arruolati in studi clinici.
  • Presentazione dei risultati della ricerca in Congressi di rilevanza nazionale ed internazionale.
  • Eventuali brevetti.
  • Acquisizione di fondi pubblici e privati dedicati.