Albo Aziendale e Trasparenza

Altri contenuti accesso civico

                                 

ALTRI CONTENUTI - ACCESSO CIVICO

ACCESSO CIVICO (Procedimento ex art. 5 D.Lgs. n. 33/2013, come da ultimo modificato dal d.lgs. 97/2016)      

Definizione di accesso civico

E’ il diritto di chiunque di accedere a qualunque dato o documento in possesso dell’amministrazione, a prescindere dalla dimostrazione di uno specifico interesse vantato (come invece richiesto nell’accesso tradizionale della legge 241/90) e a prescindere dalla sussistenza dell’obbligo della sua pubblicazione.
L’Istituto consente a chiunque di controllare democraticamente la conformità dell’azione amministrativa determinando anche una maggiore responsabilizzazione di coloro che ricoprono ruoli strategici all’interno dell’amministrazione, soprattutto nelle aree più sensibili al rischio di corruzione.
Oltre al privato cittadino possono esercitare tale diritto anche associazioni, fondazioni, comitati, società ed enti privati e pubblici per mezzo del loro rappresentate legale.
Il diritto di accesso civico è escluso nelle ipotesi contemplate dall’art. 5-bis del decreto legislativo n, 33 del 14 marzo 2013.

 

Ultimo aggiornamento 28/02/2017

 

REGISTRO DEGLI ACCESSI

Riferimento normativo: Linee guida ANAC (Delibera n. 1390 del dicembre 2016)

In questa pagina è consultabile il Registro degli accessi istituito e pubblicato a cura del Responsabile della Trasparenza a seguito della pubblicazione delle Linee Guida Anac approvate con Deliberazioni nn. 1309 e 13/10/2016 che ne raccomandano la tenuta e la pubblicazione al fine, da un lato, di consentire il monitoraggio sull'attuazione dell'accesso generalizzato da parte di Anac e, dall'altro, di favorire un confronto costruttivo tra Pubbliche Amministrazioni chiamate ad applicarlo.

In esso sono raccolte delle richieste di accesso presentate all'IRCCS CROB nelle sue diverse forme dell'accesso civico generalizzato, dell'accesso civico semplice, dell'accesso documentale.

Il registro è organizzato in elenco con l'indicazione, per ciascuna richiesta, dell'oggetto, della data, dell'esito e della data della decisione, omettendo dati personali.

L'aggiornamento ha cadenza semestrale.

Pubblicato il 10/01/2018

Ultimo aggiornamento 23/01/2019