Whistleblowing Policy

 

 

Pubblicato il 01/06/2015    

La Legge 6 novembre 2012 n. 190, “Disposizioni per la repressione della corruzione e dell’illegalità nella P.A.” ha introdotto una nuova norma che persegue la promozione della cultura della legalità e la prevenzione e repressione del fenomeno corruttivo. L’art. 1, comma 51, della legge 190, ha inserito nel D.Lgs. 165/2001 in materia di pubblico impiego l’art. 54 bis rubricato “Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”.
Il whisltleblower (soffiatore nel fischietto) è il lavoratore che, durante l’attività lavorativa, all’interno di una azienda, rileva una possibile frode, un pericolo o altro serio rischio che possa danneggiare clienti, colleghi, azionisti, il pubblico o la stessa reputazione dell’impresa/ente pubblico/fondazione; per questo decide di segnalarla.
La legge e il P.N.A. tutelano l’informatore (whistleblower), imponendo la riservatezza sull’identità del segnalante, anche in ogni altro contesto successivo, salvo suo consenso o ove la sua conoscenza non sia assolutamente indispensabile per la difesa dell’incolpato. La denuncia è sottratta all’accesso previsto dalla Legge 241/1990, artt. 22 e seguenti.
Per Whistleblowing Policy, si intende una procedura volta ad incentivare le segnalazioni e a tutelare proprio in ragione della sua funzione civica e sociale, il whistleblower.
L’IRCCS CROB, con la “Procedura per le segnalazioni di illeciti e irregolarità” fornisce al Whistleblower chiare informazioni operative circa, oggetto, contenuti, destinatari e modalità di trasmissione della segnalazione e circa le forme di tutela che gli vengono offerte dal nostro ordinamento.
Più precisamente, in questa sezione, il dipendente che intende procedere alla segnalazione di malpratiche e condotte illecite, di cui sia venuto a conoscenza in ragione della propria attività lavorativa, potrà:
prendere visione del relativo Regolamento / Policy Whistleblowing e delle necessarie istruzioni;
• scaricare il modulo da utilizzare per la trasmissione delle segnalazioni.

La segnalazione può essere presentata con una delle seguenti modalità:
1. tramite inoltro di mail all’indirizzo di posta elettronica: whistleblowing@crob.it;
2. a mezzo del servizio postale o tramite posta interna indirizzata ad uno dei soggetti legittimati alla ricezione al seguente indirizzo:
a) IRCCS CROB – Via Padre Pio, n. 1, 85028 Rionero in Vulture (PZ) – con la dicitura “RISERVATA PERSONALE / Segnalazione al Responsabile per la prevenzione della corruzione”
b) ovvero “RISERVATA PERSONALE / Segnalazione al Superiore gerarchico” in tal caso occorre specificare il soggetto, direttore o dirigente, destinatario della segnalazione;
3. verbalmente, mediante dichiarazione rilasciata ad uno dei soggetti legittimati alla ricezione. In tal caso il soggetto legittimato a ricevere la dichiarazione ne redige verbale che il dichiarante sottoscrive.

 

WHISTLEBLOWING POLICY


Procedura per le segnalazioni di illeciti e irregolaritàDelibera del D.G. n. 279 del 28/05/2015


Modello segnalazione condotte illecite